Come nascondersi durante il Light Painting

Un tema "scottante", una domanda che mi viene posta spessissimo ed è anche la chiave di un light painting ben riuscito. Come rendersi invisibili in una foto senza modifiche con Photoshop?

Nascondersi dietro il soggetto, o addirittura se non c'è nessun soggetto, è una delle difficoltà principali della fotografia light painting. Si tratta di un "errore" perdonabile a mio avviso, dato che spesso è quasi impossibile nascondersi del tutto oppure lo scatto è venuto talmente bene (la posa, il disegno, la composizione) che... chi se ne frega, pubblichiamo la foto ugualmente :)

La foto-copertina di questo post ad esempio non è perfetta perché si riesce a vedermi dietro Cristina (bravissima!), anche a causa della figura non proprio semplice. Diversamente con un cerchio il risultato è diverso:

light painting

Il light painter non si deve vedere!

Gli errori più comuni quando si crea una foto light painting con i tubi luminosi (quelli che uso di solito), se si parla di "apparizione" del light painter durante la lunga esposizione sono:

  • i piedi sono ben visibili (ahia!) in foto
  • magari si vedessero solo i piedi, anche caviglie e parzialmente le gambe
  • magari solo le gambe, si vede anche il posteriore nella foto
  • si vede il volto, anche se con il fascio di luce diviene una sorta di "apparizione divina" in light painting
  • si notano le gambe in movimento (con light painting molto ampi)

Di solito quando incappo in questi errori, se abbastanza evidenti e grossolani, si procede a rifare lo scatto. Può sembrare ovvio ma il rischio di "apparire" in foto è proporzionale al movimento, alla complessità del disegno light painting, al rischio che la luce rimbalzi su qualche superficie in modo "sbagliato". Se si realizza un cerchio, ad esempio, il rischio si riduce molto anche se non è semplice come sembra. In questa foto la mia faccia "appare" magicamente nel fascio di luce che passa dietro Cristina (bravissima anche qui):

light painting

Secondo me gli errori sopracitati sono risolvibili in poche mosse:

Light Painting: come evitare alcuni errori

  • Indossare abiti neri aiuta molto perché evita che la luce rimbalzi sui vestiti (o sulla pelle del light painter). Anche un cappello o una felpa con cappuccio può aiutare molto.
  • Nascondere i piedi dietro a delle pietre, un cumulo di sabbia, insomma qualcosa che possa nascondere le estremità del light painter, soprattutto se indossa il 46 come il sottoscritto.
  • Assottigliarsi dietro al soggetto, anche se il light painter non è proprio uno stelo e la modella che fa da soggetto è, al contrario, esile come una sottiletta. Qui il live-view dallo smartphone (per vedere in diretta ciò che inquadra la fotocamera) può essere molto di aiuto.
  • Far indossare un vestito lungo alla propria modella. Anche se si tratta di una soluzione unisex, la gonna lunga risolve molti problemi oltre a slanciare notevolmente la figura. Ne parlerò più in dettaglio in un prossimo post.
  • Muoversi rapidamente. In due secondi di esposizione bisogna essere dei felini, in modo da non illuminare le proprie gambe se si resta fermi per troppi (decimi di) secondi.
  • Applicare del nastro adesivo nero sul lato del tubo luminoso rivolto verso il light painter riduce moltissimo la luce "inutile" anche se può ridurre di molto la luminosità complessiva della foto.
  • Evitare fonti luminose dirette: un faro (anche se lontano) oppure anche la luna piena possono illuminarvi perfettamente, senza pietà.

Editing con Photoshop: Ok ma...

Con Photoshop è semplicissimo cancellare dettagli inutili o, in questo caso, il light painter. Però a mio avviso ci si distacca dal vero scopo del light painting, ovvero la creazione di qualcosa "in diretta", durante lo scatto in lunga esposizione. Quindi a voi la scelta: meglio creare uno scatto senza bisogno di lavorare il post-produzione... o viceversa?

Attrezzatura fotografica per il Light Painting

Ecco cosa uso per i miei scatti:

Italian